La Musica Di Libero Reina Con La Sicilia Nel Cuore – Barbara Gottardi per Unfolding ROMA

Libero Reina, cantautore siciliano indipendente, che fa
della musica un viaggio dentro e fuori di noi

Libero Reina è un cantautore siciliano, della provincia di Agrigento, che vive e lavora nella sua casetta in legno. Suona diversi strumenti, la chitarra, il mandolino, l’armonica, l’ukulele, il piano, il didgeridoo ed è un artista indipendente, suona, scrive e incide autonomamente. Il suo sound ha contaminazioni folk, etniche ed elettroniche.

E’ figlio d’arte, suo padre Lorenzo è scultore e nelle sue opere si rende interprete del legame fra rito e rappresentazione, fra etica ed estetica che fu proprio delle rappresentazioni delle origini, in quest’ottica ha realizzato il teatro Andromenda sui monti della Quisquina, l’arena di pietra più alta del mondo, che è diventata negli ultimi anni un punto di riferimento per quanti cercano l’anima dei sicani, nonché scenario di importanti manifestazioni artistiche.

Vicino a questo posto incantato, dove l’arte si respira nell’aria, nascono i brani Libero Reina, che sono totalmente autoprodotti, persino nelle grafiche, e le sonorità sono soprattutto quelle ispirate dalla terra che gli ha dato i natali e alla quale egli si sente intimamente legato. Per Libero infatti la musica e l’arte “sono una missione ed in quanto tali, è necessario utilizzarle nel modo migliore, ad esempio per trasmettere un pensiero, per affiancarci ad un grido di aiuto, per raccontare storie, o forse, più semplicemente, come puro sfogo dell’anima … i testi parlano di ciò che mi sta davvero a cuore, come la natura, i viaggi ed i viaggianti, la lotta al consumismo o l’amore per la mia isola ed i miei luoghi” (Libero).

Nel 2016 Libero pubblica il suo primo album “Alien Passengers”; nel 2017 esce il singolo “Binnajaah”, parola araba che in italiano si traduce con buona fortuna; nel 2018 “Lassame Ca”, il singolo di punta, che prelude alla prossima uscita del nuovo album a breve, nel quale il cantautore si avvale della collaborazione di artisti internazionali. Libero è anche autore di colonne sonore per film e documentari.

“Binnajaah” è il brano che fino ad ora ha ottenuto più successo, corredato anche da un significativo video, ha superato le 50.000 view su YouTube ed ottenuto anche numerosi passaggi su radio nazionali. E’ un brano rivolto a tutti i viaggiatori, ai migranti, “è un messaggio di augurio, di speranza, rivolto a tutti i popoli, a tutti noi” (Libero), perché, come recita il testo stesso della canzone, “culture diverse, creano nuovi uomini”. Anche nel precedente album “Alien Passengers”, la tematica del viaggio è quella preponderante, perché per Libero è la musica ad essere un viaggio continuo all’interno di noi stessi: una canzone è un passaggio introspettivo, in cui la principale ispirazione la prendiamo dentro di noi, al fine di cercare sempre nuovi obiettivi verso i quali muoverci. Ecco perché Libero Reina preferisce di gran lunga essere un artista indipendente, per essere “veramente libero da ogni schema, da ogni regola che spesso ci viene imposta” (Libero).

In questo senso Libero propone il sound ispirato da ciò che più di ogni altra cosa è capace di tirare fuori tirare fuori la sua interiorità e intrecciarla con le storie della sua terra, della sua vita e con le vicende del mondo: la Sicilia e la cultura mediterranea ed etnica e di questo raccontano anche tutti i suoi video.

Dopo una serie di concerti e dopo i passati successi, con il prossimo album in uscita, Libero spera di aver modo di confrontarsi con realtà più grandi a livello soprattutto nazionale: sebbene dichiari che il suo lavoro gli abbia già regalato molte soddisfazioni, desidererebbe affrontare un passaggio di più ampio respiro per il raggiungimento della sua felicità, perché “essere felici è la cosa più importante di tutte, ed io, la mia felicità, l’ho trovata nella musica” (Libero).

A noi non resta dunque che augurargli il meritato successo.

Barbara Gottardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up